Con la forza della natura

 

La nostra cantina si trova nella parte occidentale della Germania, su una riva della Mosella, nei pressi del paese di Dhron. Su tre ettari, crescono lì, dal 2006, esclusivamente i cloni del Pinot su scoscesi pendii e le posizioni Gran Cru, che vengono trasformati in vino ad ogni annata.

Il terreno è rossastro e attraversato da nuclei di ossido di ferro, che conferiscono al vino la caratteristica mineralità e una certa sapidità. A differenza della Borgogna situata più a sud, il clima è un po’ più fresco. Ne risulta una solida acidità, come base per un vino leggero e fruttato, più scuro e di colore più stabile rispetto al Borgogna convenzionale.

La cosa migliore va abbastanza bene per la regina dei vini rossi: raccolta manuale selettiva, coltivazione biologica senza prodotti chimici, nonché la preparazione e l’imbottigliamento fatti in antico stile francese, in torchio, senza pompe meccaniche. Come in epoca ante meccanizzazione, quando nei vigneti c’erano ancora più alberi di noce e i lavoratori potevano riposare sotto la loro ombra.